La goccia - ONLUS

le attività in Kenya

  

Dal 2004 La goccia ha iniziato una intensa collaborazione con la nuova Missione situata a Karen, alla periferia di Nairobi in Kenya, e dedica la maggior parte delle proprie energie ai bambini delle baraccopoli di quella zona. Continua peraltro a sostenere mediante le adozioni a distanza una cinquantina di bambini in Zambia.

In questi anni La goccia ha contribuito in maniera sostanziale all’acquisto di due appezzamenti di terreno confinanti all'interno della baraccopoli di Karinde, all’estrema periferia della città.

Su questo terreno ha poi finanziato gradualmente la costruzione di una scuola: la “St. Francis Primary School and Nursery” che ad oggi accoglie circa 200 bambini, offrendo loro in pratica gratuitamente istruzione primaria ed un pasto caldo al giorno. La scuola si sta espandendo di anno in anno per coprire tutto il ciclo primario, dall’asilo alla ottava classe corrispondente alla terza media. A fine del corso i bambini potranno conseguire mediante esame un titolo di studio riconosciuto.

Si prevede che quando tutte le classi saranno attivate la popolazione scolastica supererà le 250 unità.

Attualmente La goccia copre completamente anche i costi di esercizio della scuola mediante un certo numero di "adozioni a distanza scolastiche". 

I costi comprendono il salario agli insegnanti, per lo più laici, nonché al personale ausiliario, guardiani e cuoca; comprendono inoltre il costo delle attrezzature scolastiche, le spese di trasporto e manutenzione relative alla scuola ed il costo del cibo che occorre acquistare.  Parte del cibo, mais, legumi e verdure, è coltivato sul terreno disponibile che non è occupato dalle strutture scolastiche.

Nella scuola nel corso del 2008 è stato anche attivato il progetto “Women for Women”: si tratta di un laboratorio dove si insegna un mestiere ad un certo numero di ragazze per aiutarle a rendersi economicamente indipendenti e ad evitare la prostituzione, ultima spiaggia per loro, che porta quasi sempre ad una morte precoce per AIDS e all’abbandono degli eventuali bambini  nati.

Ulteriori informazioni ed immagini sul contesto sociale ed economico sono nella Galleria Fotografica.