La goccia - ONLUS

le adozioni a distanza

  

La goccia offre due tipi di adozioni a distanza:

·        l’adozione personale: con questa adozione i soldi sono destinati esclusivamente al bambino e alla sua famiglia; vengono utilizzati di preferenza per pagare le spese scolastiche del bambino, ma in molti casi sono fondamentali per la sopravvivenza della famiglia;

·        l’adozione scolastica: con questa adozione i soldi vengono utilizzati per coprire le spese di esercizio della scuola St. Francis di Karinde, vicino Nairobi, in Kenya, che è interamente finanziata con queste adozioni. La scuola ad oggi offre in pratica gratuitamente istruzione primaria ed un pasto al giorno a circa 200 bambini di famiglie povere che non potrebbero avere accesso all’istruzione; da lavoro a nove insegnanti, una cuoca ed tre guardiani tra diurni e notturni; fa inoltre corsi agli adulti per insegnare loro un qualche tipo di lavoro. L’adozione scolastica può essere fatta a tutta la scuola o ad un bambino della scuola; la differenza è solo nel materiale che viene fornito allo sponsor; la destinazione dei soldi è la medesima.

L’adozione costituisce un impegno almeno annuale che lo sponsor assume nei confronti del bambino. La quota mensile è di 26 euro (pari alle vecchie 50.000 lire).

Il pagamento delle quote deve essere fatto almeno ogni tre mesi, entro la metà dei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre. Chi preferisse fare i bonifici semestralmente o annualmente dovrebbe farlo entro il 15 marzo per il primo semestre o per l'anno ed entro il 15 giugno per il secondo semestre.

E’ preferibile far pervenire comunicazione del versamento via mail (o telefonicamente), dato che è sempre possibile un ritardo o un disguido bancario (a volte un bonifico viene semplicemente rifiutato e torna indietro, senza che il mittente se ne accorga). 

I soldi vengono inviati trimestralmente alle missioni di competenza mediante un unico bonifico per tutti i bambini.

Con la finanziaria attuale le donazioni liberali sono deducibili dall’imponibile e La goccia può rilasciare a fine anno una ricevuta con validità fiscale. L’unica suggerimento è che i pagamenti vengano fatti in maniera tracciabile dall’Agenzia delle Imposte, ovvero avvenire mediante assegno di conto corrente bancario intestato a La goccia - ONLUS, non trasferibile, oppure mediante bonifico bancario.

L'adozione costituisce un impegno annuale. Se si vuole recedere basta avvertire e accordarsi in tempo utile per poter trovare chi subentri senza sospendere l'invio dei fondi.

Le comunicazioni che arriveranno dalle suore verranno rapidamente inoltrate ai genitori adottivi che le terranno per sé. In generale, per le adozioni personali è possibile e bello inviare al bambino una propria lettera magari con la foto della famiglia. I bambini hanno molto piacere a ricevere queste notizie che danno loro un legame con i genitori adottivi. La lettera dovrebbe essere scritta in Inglese. Pochissime suore sono italiane o conoscono l’Italiano. Fanno eccezione le adozioni dei bambini della scuola St. Francis di Karinde, Kenya, che vengono fatte a livello scolastico senza che le famiglie dei bambini siano coinvolte. In tal caso non è possibile far recapitare ai bambini materiale proveniente dagli sponsor.

La goccia cercherà di far pervenire notizie con una certa regolarità ed almeno una volta all’anno, anche in dipendenza delle possibilità che le suore hanno di farle pervenire; occorre però tener conto che negli slum le condizioni di vita sono difficili e a volte i bambini si allontanano con le loro famiglie per i motivi più vari ed in questo caso non è più possibile seguirli. L’adozione a distanza è un sostegno fondamentale per questi bambini, ma dobbiamo essere preparati anche a perdere i contatti perché le situazioni sono sempre precarie e possono mutare in qualsiasi momento. In ogni caso lo sponsor avrà contribuito a migliorare le loro condizioni di vita anche se per un periodo di tempo limitato.

E’ normalmente sconsigliato l’invio di vestiario o doni ai bambini, perché costituiscono motivo di differenziazione e di gelosie; inoltre le merci sono normalmente disponibili in loco a costi inferiori che in Italia ed il trasporto è costoso e difficoltoso. È comunque possibile spedire via posta un pacco di propria iniziativa: normalmente viene recapitato entro un paio di mesi, ma è piuttosto caro e chi l’ha fatto non ripeterà l'esperienza. È in genere preferibile inviare denaro a La goccia che provvederà ad acquistare sul posto qualcosa di utile a tutti i bambini: scarpe, coperte, generi di prima necessità.